“Lloyd. Le navi di Trieste nel mondo” SI CONGEDA CON QUASI 1700 VISITATORI IN NOVE GIORNI

“L’effetto Barcolana” e la riattivazione del “trenino” per collegare la città al Porto Vecchio hanno animato anche la mostra “Lloyd. Le navi di Trieste nel mondo” negli ultimi giorni di apertura ufficiale (ricordiamo che riaprirà al pubblico dal 20 al 22 ottobre, con orario 10_18, in occasione di Triestespresso expo).
Dal 1° al 9 ottobre, in concomitanza con la ripresa del servizio ferroviario dedicato, 1700 persone hanno visitato la mostra, concentrandosi soprattutto nelle giornate “clou” della Barcolana – da giovedì 6 a domenica 9 ottobre – con una decisa inversione di tendenza rispetto ai mesi precedenti: più della metà dei visitatori, infatti, provenivano da fuori Trieste.

Un risultato positivo quindi che conferma la qualità della mostra, fortemente voluta dal Comune di Trieste e realizzata, insieme all’Autorità Portuale di Trieste, grazie alla partecipazione di importanti sponsor, i cui obiettivi sono stati in gran parte raggiunti: la valorizzazione di un grande patrimonio storico e culturale di Trieste; la presentazione del lavoro scientifico svolto su fondi archivistici e su centinaia di reperti dai tre curatori Maurizio Eliseo, Giulio Mellinato e Sergio Vatta; la proposta di un evento culturale, didattico e turistico, primo nucleo di un nuovo, grande Museo del Mare e della Navigazione.

Perché l’avventura di una società di navigazione come quella del Lloyd è patrimonio dell’intera collettività e, in modo particolare, delle nuove generazioni. Sono loro a chiedere di conoscere, studiare e poter ricavare non solo suggestioni ma suggerimenti e intuizioni per il presente, rifacendosi al percorso intellettuale e produttivo del passato.

Share this Post